Peanuts in versione “manga”…e cosa sarà mai!

N.B. Clicca sulle immagini per vederle nelle dimensioni originali!

Da tempo circolano su Internet alcune di queste immagini, e come ahimè accade sempre più spesso, sono state accompagnate da una patina di superficialità spessa 10 centimetri composta da commenti di persone a cui non frega mai niente di sprecare parte del loro tempo ad andare a documentarsi un po’ prima di sparare sentenze. D’altronde i forum prima ed ancor più i blog adesso hanno prodotto questo, una marea di opinioni a favore o contro, senza spesso il benchè minimo straccio di approfondimento.
Ora, come dicevo queste immagini sono state riportate, esattamente come sto facendo io in questo momento, in vari forum e blog, solitamente seguite da commenti tutt’altro che benevoli…peccato che quasi nessuno sapesse di cosa si trattassero. “Manga”, come dicevano in molti. Nient’affatto: un “manga” è un fumetto, come il nostro Dylan Dog o Topolino, insomma una storia a fumetti raccolta in volumetti. E dal momento che è stato vietato ad alcunchè di proseguire i Peanuts, riflettendo un po’ prima di digitare sulla tastiera si poteva scartare subito questa possibilità. Ok, sono disegni in stile “manga”. Possono essere cose ufficiali (nonostante si possa essere ingannati dal copyright sul disegno) ed avere un seguito, diciamo così, “commerciale”? Impossibile, per la ragione di cui sopra, e per il fatto che pubblicare (senza autorizzazione) strisce dei Peanuts è contro la legge. Quindi mi sembrano veramente patetici quelli che si chiedono “perchè non è stata rispettata la volontà di Schulz”.
La verità è quì: http://www.furaffinity.net/gallery/gnaw/
Ovvero una persona ha postato su un forum dedicato al “furry” (ovvero i disegni di animali antropomorfi ) alcuni suoi disegni ispirati ai Peanuts. Io non ci vedo nulla di male, anzi…
1) i Peanuts non sono intoccabili, e personalmente mi piacciono le citazioni da parte degli altri fumetti/cartoni animati (come documentano alcune immagini di questo sito). Non c’è nulla di intoccabile, ed infatti hanno creato Dio e l’hanno messo lassù proprio perchè nessuno si arrogasse il diritto di credersi tale. Poi però hanno pensato “forse abbiamo esagerato” ed hanno creato Gesù per dire “vedete, uno di voi ce l’ha fatta”.
2) quei disegni solo un divertimento dell’autore, si sarà pure liberi di dire che non piacciono, ma si lasci stare tutto il resto…vorrei ricordare a tutti coloro che si sono stracciati le vesti che, al di fuori delle strisce, i Peanuts sono un business da miliardi di dollari, e se mi vedo Snoopy sulla tavola del cesso, per precisa volontà del suo autore, posso anche vedermi Charlie Brown che flirta con Piperita Patty (cosa peraltro successa realmente, anche se al contrario, nelle strisce vere e intoccabili) o Violet che parla al telefonino (se vi fa schifo il telefonino, cominciate a non usarlo maleducatamente come fate di solito)…

Dopo queste premesse, ecco TUTTE (e non solo quelle che circolano a cazzo) le immagini mangose:


Questa è la più diffusa…c’è chi si è scandalizzato per le eccessive rotondità di Lucy, si vede che ha come fidanzata una tavola da surf. Comunque l’unico appunto che mi preme fare è che, diavolo, Charlie Brown non è “pelato con un ciuffo”, bensì aveva i capelli molto chiari…ma questa credenza comune è imputabile al disegno di Schulz…


(se fosse stato un po’ più piccolo, scommetto che dentro alla tasca di Piperita ci sarebbe stato un pacchetto di sigarette…)


(come si può notare, Frieda sembra parlare a più Snoopy…in effetti tutti questi personaggi, chi più chi meno, sono piuttosto cresciutelli rispetto agli originali, e l’autore si immagina che il posto di Snoopy l’abbiano preso…i suoi figli)


(ecco, lo vedete l’originale nel cerchio? E’ una delle cose mi mi ha sempre fatto più incacchiare…tra le cose geniali dei Peanuts c’è stata quella di non far mai vedere, come gli adulti, anche la ragazzina dai capelli rossi, rendendo quello di Charlie Brown per lei una sorta di amore “mitico”, che trascende la banalità degli amori comuni. Ed invece Schulz ha ammesso che questa cosa succedesse nei cartoni animati -alla cui realizzazione egli ha partecipato attivamente-, e se l’ha fatto Lui non vedo che male ci sia se lo fanno anche altri.)


(naa…non ce li vedo proprio quei tre diventare dei rapper…e poi Pig Pen era troppo il simbolo di un “rifiuto” (anche da parte del suo corpo) della morale comune che vuole la distinzione tra classi marcata anche dalla (eccessiva o poco curata) pulizia delle persone. Che poi Pig Pen non era “sporco”, perchè lui si lavava come tutti gli altri, è solo che quando usciva aveva la capacità di attirare a sè lo sporco e la polvere, e per questa sua caratteristica è sempre stato evitato e marchiato.


(ecco qua uno Snoopy più vecchio attorniato dalla sua cucciolata…certo che Snoopy ce lo vedo poco a fare il “cane di famiglia”…)

Ed ora infine Charlie Brown in versione “cucador”


…d’altronde ormai la calvizie, visto il crescente numero di pelati che piuttosto che avere il classico “buco” i capelli se li tagliano completamente, è diventata una malattia “cool”…

Qualcuno, poi, ha deciso di “vendicarsi” così…cogliendo secondo me appieno lo spirito divertente e divertito della faccenda.

5 pensieri su “Peanuts in versione “manga”…e cosa sarà mai!

    • Non devi essere mica spiacente di nulla, come ho scritto poco mi importa se alla gente è piaciuto o no (siamo in una democrazia, no?), ma mi dà fastidio che gente che non si vuole informare “tema” che operazioni di questo tipo possano rovinare i Peanuts. Non l’hanno fatto le versioni “porno”, non l’hanno fatto quelle cattive (tipo quelle dei Griffin), figuriamoci un’inoffensiva versione mangosa. I Peanuts sono entrati di diritto nell’immaginario comune, ed io preferisco di gran lunga un tizio che si diverte a reinterpretarli col suo stile che non guerrafondai che le disegnano sugli aerei o mettono in bocca alle noccioline messaggi che mai avrebbero potuto pronunciare.
      Cmq la storia degli $tate$ è piena di episodi di quest’ultimo tipo, basti pensare ai cartoni animati della Disney contro i nazisti (il fine non giustifica i mezzi, non puoi fare educazione civica ai bambini di 4 anni attraverso la televisione). E, mi ripeto, io preferisco di fran lunga vedere i Peanuts in questa veste (assolutamente senza fini di lucro) che non appiccicati a qualsiasi cianfrusaglia possa fruttar dollari.

  1. Cavolo, almeno la maglia di C.B. potevano farla con la riga orizzontale!?!
    E tu ne sai qualcosa, vero Fede, di “quella” maglietta?
    Devi isegnare qualcosina a questi giappo…

    • Se ben osservi cmq anche tutti gli altri vestiti mangosi sono delle reinterpretazioni moderne dei “vecchi” soliti vestiti delle noccioline…
      Cmq dal momento che nessuno, almeno dalle nostre parti, riconosce una perfetta replica dell'originale, non mi scandalizzo più di tanto

  2. How come they haven’t done one of Shermy yet? Of all the manga-styled ones I’ve seen of the Peanuts gang, Shermy is the only one I haven’t seen yet.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *